Home > Italia, politica > Un Paese speciale

Un Paese speciale

domenica 16 dicembre 2007

In seguito ad una sentenza del TAR del Lazio, è probabile che una persona indagata per aver indebitamente usato voli di Stato per 250 volte – inclusi i trasferimenti da Roma a Ostia, i week-end a Capri e le gite in montagna con familiari e amici – venga reintegrata sul posto di lavoro.

Che però è il comando generale della Guardia di Finanza, ossia del corpo dello Stato incaricato della “prevenzione, ricerca e denunzia delle evasioni e delle violazioni finanziarie“.

Annunci
  1. domenica 16 dicembre 2007 alle 19:32

    quando questo è conseguenza di un abuso di potere da parte del governo può succedere.

  2. domenica 16 dicembre 2007 alle 20:19

    Sin dall’inizio condivisi il giudizio negativo verso le modalità scelte dal governo nella rimozione di Speciale, al quale si ritirava la fiducia ma si concedeva uno scranno alla Corte dei Conti.

    Resta il fatto che il TAR si è espresso non sulla legittimità del diritto del Governo a nominare e revocare i vertici militari, ma sulla correttezza procedurale del provvedimento di rimozione. Sulla quale, ovviamente, non ho cognizioni per commentare, e non dubito che il tribunale amministrativo abbia agito correttamente.
    Il cuore della vicenda, però, sta altrove: il vertice delle Fiamme Gialle può essere occupato da un soggetto sotto inchiesta per aver violato le leggi proprio nel settore di competenza del Corpo che presiede?

  3. domenica 16 dicembre 2007 alle 21:35

    …penso che il Governo abbia sbagliato tutto cercando la “buona uscita” della Corte dei Conti.
    Per il resto, condivido le tue osservazioni e credo che la situazione non sia ancora chiara.

  4. domenica 16 dicembre 2007 alle 22:50

    ancora una volta un problema di “correttezza procedurale del provvedimento di rimozione”. E’ pari pari il discorso che facevo altrove sulle intercettazioni.
    Procedure poco formali, ma il fatto è lì: hai ancora mani e bocca unte di miele e se ti avessi avvisato che stavo accendendo la luce non ti avrei colto sul fatto.
    La legge e la giustizia hanno anche bisogno di forme, procedure. Ed è giusto che sia così.
    Ma i cittadini hanno anche bisogno di rappresentanti integerrimi non solo nella forma. Ma anche, e soprattutto, nella sostanza.

  5. Frisbee
    domenica 16 dicembre 2007 alle 23:12

    Come dicono a Zelig: “Non è chiaro, non è chiaro… è oscuro!!!”

  6. lunedì 17 dicembre 2007 alle 9:57

    siamo la repubblica delle banane
    quindi…. un paese……. speciale

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: