Home > costume > 2008 awards

2008 awards

giovedì 25 dicembre 2008

Vacanze di Natale, tempo di bilanci. Come da tradizione, anche quest’anno propongo ai lettori di questo blog di eleggere i personaggi che più di ogni altro hanno impersonato nel bene o nel male il 2008.

Per ciascuna delle otto categorie che vi propongo ho scelto più o meno arbitrariamente quattro candidati. Sta a voi assegnare fino a tre voti per categoria (tutti ad uno o suddivisi tra più candidati). I vincitori saranno proclamati al termine delle vacanze.

1. Politica estera: Ingrid Betancourt, Dalai Lama, Barack Obama, Nicholas Sarkozy
2. Politica italiana (maggioranza): Renato Brunetta, Giulio Tremonti, Licio Gelli, Maria Stella Gelmini
3. Politica italiana (opposizione): Antonio Di Pietro, Anna Finocchiaro, Ignazio Marino, Sinistra Arcobaleno
4. Economia: Compagnia Aerea Italiana, Paul Krugman, Lehman Brothers, Henri Paulson
5. Etica: Beppino Englaro, Carlo Maria Martini, Randy Pausch, Benedetto XVI
6. Cultura: Roberto Saviano, Facebook, Sandro Bondi, famiglia Messeni Nemagna
7. Spettacoli: Maryl Streep, Toni Servillo, Paul Newman, Giovanni Allevi
8. Sport: Usain Bolt, Alessandro Del Piero, Lewis Hamilton, Michael Phelps

Buon Natale e buon divertimento!

Annunci
  1. venerdì 26 dicembre 2008 alle 10:30

    Innanzitutto, Buon Natale!!!!

    1. Ingrid Betancourt
    2. Giulio Tremonti
    3. Antonio Di Pietro
    4. Lehman Brothers
    5. Beppino Englaro
    6. Facebook
    7.
    8. Michael Phelps

  2. Frisbee
    venerdì 26 dicembre 2008 alle 11:33

    Tanti Auguri anche da me. Veniamo alla classifica:

    1. Barack Obama
    2. Renato Brunetta
    3. Antonio Di Pietro
    4. Lehman Brothers
    5. Carlo Maria Martini
    6. Roberto Saviano
    7. Toni Servillo
    8. Usain Bolt

  3. venerdì 26 dicembre 2008 alle 11:49

    P.S. Ho detto Facebook perchè è un mezzo esplosivo grazie al quale proprio la cultura riesce a diffondersi velocemente. Per esempio, faccio parte del gruppo Caffeina Cultura che settimanlmente invia consigli su libri da acquistare. E sempre grazie a facebook si riescono a pubblicizzare eventi, anche culturali, in un modo molto semplice ma allo stesso tempo efficace. Per fare un altro esempio, si sono creati innumerevoli gruppi che elogiano e difendono Saviano: anche il più ignorante grazie a facebook si sarà imbattuto dinanzi alla parola ‘Saviano’.

  4. Daniele
    venerdì 26 dicembre 2008 alle 12:43

    Mi piace l’iniziativa… Allora:
    1. Barack Obama
    2. Giulio Tremonti
    3. Antonio Di Pietro
    4. Lehman Brothers
    5. Beppino Englaro
    6. Roberto Saviano
    7. Toni Servillo
    8. Usain Bolt

  5. venerdì 26 dicembre 2008 alle 13:03

    Grazie per gli auguri, che ricambio volentieri!

    Tornando al gioco, ecco i miei voti:
    1. Barack Obama
    2. Renato Brunetta
    3. Antonio Di Pietro
    4. Lehman Brothers
    5. Beppino Englaro
    6. Facebook (anche se non ho un profilo…)
    7. Giovanni Allevi
    8. Lewis Hamilton

  6. reperto49
    venerdì 26 dicembre 2008 alle 13:21

    1. Barack Obama
    2. Licio Gelli
    3. Antonio Di Pietro
    4. Lehman Brothers
    5. Carlo Maria Martini
    6. Roberto Saviano
    7. Giovanni Allevi
    8. Alex Del Piero

  7. Francesco
    venerdì 26 dicembre 2008 alle 13:32

    1. Barack Obama
    2. Giulio Tremonti
    3. Antonio Di Pietro
    4. Lehman Brothers
    5. Beppino Englaro
    6. Roberto Saviano
    7. Giovanni Allevi
    8. Michael Phelps

    Auguri a tutti

  8. venerdì 26 dicembre 2008 alle 20:18

    1. Nicholas Sarkozy
    2. Renato Brunetta
    3. Antonio Di Pietro
    4. Compagnia Aerea Italiana
    5. Benedetto XVI
    6. Facebook
    7. Giovanni Allevi
    8. Usain Bolt

    Tanti Auguri a tutti. Sempre ottimo e stimolante questo Spazio ^_^

  9. venerdì 26 dicembre 2008 alle 23:59

    Con motivazioni
    1 – Obama (1) Primo presidente che stravince per segnare la svolta e straconferma lo staff del predecessore causa di tutti i mali; Betancourt (1) per essere stata l’idolo dei seguaci di Chavez ed essere diventata insopportabile per non essere stata liberata da lui; Sarkozy (1) perchè a stringere la mano al Dalai Lama bisognerebbe in tanti.
    2 – Brunetta (2) perchè “l’uomo non si misura col metro” (Zingarelli, ben prima che nascesse d’Alema); Gelli (1) perchè nonostante Costanzo fosse iscritto alla P2,l’unico ad averlo detto fu Bossi ad un MCS.
    3 – Sinistra Arcobaleno (3) perchè ne hanno combinate di tutti i colori.
    4 – CAI ?
    5 – Benedetto XVI (3) NOn si uccidono così secoli di progresso.
    6 – Nicolabel (3) Per associare Facebook con la cultura
    7 – Paul Newman (3) No comment
    8 – Bolt (1) perchè corre come due ma è uno solo e non è un cane; Phelps (1) perchè dopo aver letto la dieta sonoingrassato tre chili; Hamilton (1) perchè, da vero campione mi sta profondamente sui c….

  10. Frisbee
    sabato 27 dicembre 2008 alle 9:46

    Uhmmm…. giusta l’osservazione di Franko: Facebook sta alla cultura come la Carfagna alle dame di San Vincenzo…

  11. sabato 27 dicembre 2008 alle 10:29

    …ed invece io penso che sia un fenomeno sociale (ergo culturale) da non sottovalutare perchè segna i tempi (che, mi permetto di aggiungere, fanno abbastanza schifo!). ^_^

  12. sabato 27 dicembre 2008 alle 11:18

    1. Barack Obama
    2. Renato Brunetta
    3. Antonio Di Pietro
    4. Compagnia Aerea Italiana
    5. Benedetto XVI
    6. Facebook
    7. Giovanni Allevi
    8. Alessandro del piero

  13. sabato 27 dicembre 2008 alle 13:30

    “Facebook sta alla cultura come la Carfagna alle dame di San Vincenzo…” O alle pari opportunità.

    Battute a parte, devo comunque una spiegazione: ho candidato Facebook sotto “cultura” proprio per il motivo individuato da Francesco(P.). Se “società è cultura” vi sembra un’etichetta migliore, fate finta che abbia scritto così.

    PS per Franko: complimenti, sei l’unico che ha usato l’opzione dei 3 punti per categoria! (anch’io ho rinunciato, per non confondere le idee…)

  14. Frisbee
    sabato 27 dicembre 2008 alle 13:59

    Ecco un buon articolo per capire che cos’è Facebook, ovvero l’idiozia del momento:

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2008/11/facebook-prigioniero.shtml

  15. Don Chisciotte
    sabato 27 dicembre 2008 alle 14:43

    1. Up: Betancourt, Obama, Sarkozy Down:
    2. Up: Brunetta Down: Gelli, Gelmini
    3. Up: Di Pietro Down: Sinistra Arcobaleno
    4. Up: Down: CAI, Lehman Brothers
    5. Non mi sento sufficientemente preparato sull’argomento per giudicare…
    6. Up: Saviano Down: Facebook, Bondi Messeni
    7. Up: Servillo, Allevi Down:
    8: Bolt, Del Piero, Phelps

  16. sabato 27 dicembre 2008 alle 16:38

    1. Barack Obama (anche per il sol fatto ch’è un bell’uomo)

    2. Renato Brunetta (è l’unico, tra i 4 candidati, a starmi addirittura simpatico)

    3. Antonio Di Pietro (è stato il prezzemolino dell’anno)

    4. CAI (io volerò solo Ryan Air)

    5. Englaro (è una storia troppo delicata, quella che ci ha messo tra le mani. E ogni volta che parla mi vien voglia di abbracciarlo)

    6. Roberto Saviano (è sempre valida la battuta che in un paese civile non è possibile che Saviano rischi la vita per un libro, mentre Federico Moccia dorme sogni tranquilli)

    7. Paul Newman (ad avercene mille)

    8. Usain Bolt (è che io amo Franco Bragagna e pure lui s’è emozionato durante la diretta dei 100)

  17. Mariacarla Ardito
    sabato 3 gennaio 2009 alle 15:16

    Barack Obama
    Brunetta
    Di Pietro
    Cai
    Englaro – Pausch
    Saviano
    Allevi
    Bolt

    Tanti auguri… 🙂

  1. No trackbacks yet.
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: