Archive

Posts Tagged ‘clandestini’

Tragedia e farsa

martedì 12 maggio 2009 3 commenti

La storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia la seconda come farsa“, scriveva (più o meno) il vecchio Carlo Marx, di cui si ignora la parentela con Groucho. Sbagliato: talvolta tragedia e farsa si palesano contemporaneamente.

E così, nel giorno in cui l’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati, con il beneplacito del Segretario Generale Ban-Ki Moon, accusa formalmente il governo italiano di violare la Convenzione ONU del 1951 che vieta la pratica del respingimento dei profughi, vengo a conoscenza della costituzione del Comitato della Libertà che propone la candidatura di Berlusconi al premio Nobel per la Pace, “per il suo indiscusso impegno umanitario in campo nazionale ed internazionale“.

Grazie a Phonkmeister per la seconda notizia. La prima, invece, si trova su tutti i giornali (tranne il Sole-24 Ore diretto dal corrosivo Gianni Riotta, che in homepage parla di Berlusconi solo in relazione alla panchina del Milan).

Prevenzione

giovedì 5 febbraio 2009 7 commenti

Il Senato ha approvato oggi l’emendamento della Lega Nord al decreto sicurezza che revoca ai medici il divieto di denunciare i pazienti stranieri privi di permesso di soggiorno. Tutto ciò per accrescere la sicurezza e per un senso di equità fiscale, dato che i clandestini non pagano le tasse che coprono le prestazioni sanitarie pubbliche.

Questo blog crede alla prevenzione. Pertanto ringrazia preventivamente sin da oggi i parlamentari di tutta la maggioranza che hanno reso possibile questo traguardo: d’ora in poi i clandestini, anche quelli affetti da malattie trasmissibili, (tubercolosi, scabbia, etc.) si guarderanno bene dal curarsi, e come bombe batteriologiche si aggireranno nelle nostre città continuando ad accudire i nostri familiari, a lavorare nei pollifici o a venderci i fazzoletti di carta ai semafori. In Senato, nonostante fosse stato richiesto dall’opposizione il voto segreto, si è votato in  modo palese: sappiamo così chi ritenere responsabili dei primi casi di epidemie della miseria che si registreranno in Italia dopo molti decenni.

Per completare il quadro, segnalo – tra i tanti – questi due blog.